Dizionario per art lover

Tutte le parole da sfoggiare durante un vernissage

In questa rubrica troverai tutti quei termini, modi di dire o parole, che potranno esserti utili al prossimo vernissage, visita in galleria o al museo.

Antologica

Con il termine antologica si intende una mostra che raccoglie le opere più significative di un artista. A differenza della retrospettiva che espone tutte le opere in ordine cronologico, in una mostra antologica le opere sono esposte secondo il criterio d'importanza.

Le mostre di questo genere sono anche dette monografiche.

Suggerita da 

Art Flipping

Letteralmente significa “flipper dell’arte,” ovvero l’arte che rimbalza. Con questo termine si indica quella pratica speculativa che consiste nell’acquistare un’opera e rivenderla il più velocemente possibile per massimizzarne il profitto.

Generalmente è opera di collezionisti interessati alla speculazione. Nel mercato dell’arte infatti questa pratica non è ben vista anzi, può seriamente compromettere la carriera di un artista, sopratutto se ancora vivente.

Suggerita da 
@alb.dantoni

Artists Run Gallery

Conosciute anche con il nome di collettivi o cooperative, queste sono gallerie gestite esclusivamente da un gruppo di artisti.
Questi si impegnano a versare una quota mensile o annuale in cambio di una, due o più esposizioni l’anno.

Suggerita da 

Blue Chip Artists

Artisti di fama internazionale ampiamente riconosciuti e consacrati dal mercato mondiale.
Il loro prezzo oggi supera già il milione di euro e ci si aspetta che questa cifra possa solamente aumentare.

Il termine deriva dal poker dove la blue chip è quella con il valore più alto ma il termine blue chip viene preso in prestito dal mercato finanziario dove questo indica le shares più costose e che garantiscono il migliore investimento, stabile e sicuro.

Suggerita da 

Falso d'autore

Sono riproduzioni di opere note non solo pittoriche, ma più in generale figurative, eseguite da artisti contemporanei che ne rilasciano contestualmente una certificazione di non autenticità.

Queste opere costituiscono un mercato sempre più in crescita. Non sono considerati una contraffazione, poiché la loro non autenticità viene espressamente indicata al momento della vendita. E' un mercato affermato tanto da meritare una tutela legale all’interno del codice dei beni culturali e del paesaggio, e le commissioni si aggirano intorno alle migliaia di euro.

Suggerita da 

Galleria Commerciale

Galleria d’arte, gestita da privati, che espone i lavori degli artisti in cambio di una commissione sulla vendita.
Di solito lavora in conto vendita: l’artista consegna una o più opere al gallerista il quale le promuove con lo scopo di venderle.

Suggerita da 

Galleria No Profit

Galleria che opera senza scopo di lucro, finanziata con donazioni da parte di enti pubblici o privati.
Organizza mostre, eventi ed esposizioni durante le quali le opere degli artisti non sono in vendita, ma in alcuni casi possono essere acquistare.

Suggerita da 

Gatekeeper

Tradotto letteralmente significa “custodi o guardiani” .

I gatekeepers, o anche detti tastemakers, sono coloro che hanno il potere di dare o negare l’accesso al mondo e al mercato dell’arte.

Riconosciuti come gli esperti e sono i primi a ricevere le informazioni chiave tra gli addetti ai lavori.

Suggerita da 

Pop-Up

Tradotto letteralmente significa “che appare all’improvviso”. I pop-up infatti sono quei banner pubblicitari che appaiono sui siti web. Nel mondo dell’arte, pop-up viene preso in prestito per indicare qualcosa di temporaneo, che esiste in un breve periodo di tempo.

Suggerita da 

Retrospettiva

Letteralemente significa: che guarda indietro. Una restrospettiva infatti è una mostra dedicata interamente ad un'artista (la maggior parte dei casi artista storicizzato) che ripercorre le tappe fondamentali della sua carriera artistica. E' quindi una mostra che prende in considerazione le opere di ogni periodo dell'artista, ripercorrendone la storia espressiva in ordine cronologico.

Suggerita da 

Vanity Gallery

In Italiano vengono anche chiamate, “gallerie vetrina”. Sono quelle gallerie che espongono le opere di artisti a pagamento. La loro fonte di guadagno primaria deriva sopratutto dall’affitto delle loro mura e non dalle commissioni sulla vendita.

Suggerita da 
Close
Benvenuto!
CHIUDI
Oops! Something went wrong while submitting the form.